Cessione di fabbricato e dichiarazione ospitalità

CESSIONE DI FABBRICATO

A seguito di alcune modifiche normative, permane l’obbligo della comunicazione di cessione di fabbricato solo nei casi riguardanti i comodati d’uso gratuito per più di 30 giorni e le locazioni destinate ad attività di impresa, artigianale e professionale (garage, negozi, magazzini etc..), non soggetti a registrazione. In tutti gli altri casi di cessione di immobile l’obbligo viene “assorbito” da un altro adempimento, la registrazione del contratto di compravendita o di locazione.

DICHIARAZIONE DI OSPITALITA’ CITTADINI STRANIERI

Chiunque, a qualsiasi titolo, dà alloggio, ospita, cede la proprietà o il godimento di beni immobili ad un cittadino extracomunitario o apolide, anche se parente o affine, è tenuto ad effettuare la dichiarazione di ospitalità stranieri presso l’autorità locale di pubblica sicurezza.

In base alla recente normativa, tale dichiarazione non è più obbligatoria solo in caso di assunzione, per qualsiasi causa, alle proprie dipendenze di un cittadino straniero.

La dichiarazione di cessione di fabbricato o di ospitalità stranieri deve essere compilata e consegnata presso l’Ufficio Protocollo del Comune ove l’immobile è ubicato, in triplice copia. 

Il modulo può essere ritirato anche presso lo sportello dell’Ufficio Protocollo o Ufficio Relazioni con il Pubblico del Comune.

La mancata o ritardata presentazione prevede una sanzione di:

  • 206,00 € in caso di cessione di fabbricato;
  • 320,00 €  in caso di dichiarazione di ospitalità stranieri.

In caso di sanzione, entro 30 giorni dalla notifica del verbale, gli interessati possono presentare ricorso al Sindaco. Nel ricorso dovranno indicare in modo chiaro le ragioni per le quali viene richiesta l’archiviazione del verbale o la riduzione dell’importo della sanzione.

Le comunicazioni di cessione di fabbricato o di ospitalità stranieri devono essere presentate entro 48 ore dal momento in cui viene dato in uso l’immobile stesso.

Riferimenti normativi:

  • D.L. n. 59 del 21 marzo 1978 convertito in Legge n. 191 del 15.05.1978 (Comunicazione cessione di fabbricato);
  • Legge n. 689/81;
  • D.Lgs. n. 23/2011 (Registrazione dei contratti di locazione);
  • D.Lgs. n. 70/2011 (Registrazione dei contratti di vendita degli immobili);
  • Art. 7 del D.Lgs. 286/1998 (Testo Unico sull’Immigrazione)

Allegati